Programma permanente ed in continua evoluzione per informarsi e/o saperne di pił.

Miopia, ipermetropia e disturbi dell'accomodazione indotti da farmaci

Soraya Puglisi. Dipartimento Clinico e Sperimentale di Medicina e Farmacologia. Università di Messina

Miopia, ipermetropia e disordini dell'accomodazione sono disordini refrattivi frequenti, solitamente dovuti ad alterazioni anatomiche o all'invecchiamento fisiologico. Tuttavia, possono anche essere di tipo funzionale, in particolare quando sono provocati da farmaci.
I disordini refrattivi indotti da farmaci si risolvono dopo la cessazione del trattamento. Tutti i farmaci che agiscono sul sistema nervoso autonomico possono influire sulla vista. Altri farmaci hanno effetti imprevedibili: il meccanismo non è sempre noto, ma talvolta sembra comportare modifiche nell'idratazione delle varie strutture oculari.
A tal proposito, è stato pubblicato sulla rivista Prescrire International un articolo relativo a questo argomento (1). Di seguito se ne riporta una sintesi.

I farmaci contenenti sostanze che agiscono sul sistema nervoso autonomico possono alterare l'accomodazione e le dimensioni della pupilla.

Altri farmaci appartenenti a una serie di classi farmacologiche possono causare miopia o disturbi dell'accomodazione. Questi effetti sono imprevedibili e i meccanismi sottostanti non sono sempre noti.

Bibliografia

  1. Prescrire International 2010; 19: 116-119

Link


Torna all'elenco dei corsi disponibili