Cosmetovigilanza
Lidia Sautebin, Università Federico II di Napoli
News dalle agenzie regolatorie

AFSSAPS. Etichettatura dei prodotti cosmetici
[riferito da Arila Pochet e Patricia Gerbod; Etiquetage des produits cosmétiques. VIGILANCES- Bullettin de l’Agence française de sécurité sanitaire des produits de santé, (2004,) n°23]

Nel bollettino n°23 dell’ottobre 2004 l’Agenzia francese per la sicurezza dei prodotti della salute (Agence francaise de securité des produits de santè, Afssaps) ha pubblicato un avviso inerente alle indicazioni che devono essere riportate sull’etichetta dei prodotti cosmetici.
In Francia sin dal dicembre 2000 i fabbricanti, i responsabili dell’immissione in commercio e gli importatori dei cosmetici hanno l’obbligo di riportare sull’etichetta dei loro prodotti la formula qualitativa1, indicando gli ingredienti attraverso la loro denominazione INCI (Nomenclatura Internazionale degli Ingredienti Cosmetici). Un’eccezione riguarda, invece, le sostanze profumate ed aromatiche, le quali devono essere designate attraverso i termini “profumo” o “aroma”.
Le nuove disposizioni della Direttiva 2003/15/CE2 , in corso di trasposizione in Diritto Interno, prevedono, in particolare, l’obbligo dall’11 marzo 2005 di etichettare la presenza di 26 sostanze profumate3 ritenute responsabili dell’insorgenza di reazioni allergiche da contatto in persone ad esse sensibili. Quest’obbligo può essere considerato come una misura di salute pubblica, che non mira a vietare queste sostanze, ma ad informare i consumatori sulla loro presenza nei prodotti cosmetici. In effetti queste sostanze hanno un ruolo fondamentale in quanto contribuiscono a conferire ai prodotti che le contengono un particolare aroma. Tale provvedimento è molto importante perché da un lato aiuterà i medici, facilitando la diagnosi di allergie da contatto, e dall’altra parte permetterà ai consumatori allergici ad alcune sostanze profumate di identificarne la presenza nei prodotti ed evitarne così l’utilizzo.
Quest’obbligo di etichettatura riguarda i prodotti cosmetici che contengono più di:

Le sostanze profumate interessate esistono allo stato naturale4 ma possono essere ottenute anche tramite sintesi; in particolare 16 delle 26 sostanze identificate possono essere presenti allo stato naturale (ad esempio l’essenza di rosa contiene nella sua composizione 6 di questi allergeni: geraniolo, citronellolo, citrale, eugenolo, farnesolo, linalolo). Tra le 26 sostanze profumate identificate, numerose sono quelle considerate come facilmente sensibilizzanti.
Questo provvedimento di protezione della salute rientra in una strategia di prevenzione e completa le misure preventive già adottate che miravano a limitare l’utilizzo di un certo numero di queste sostanze per minimizzarne gli effetti avversi. Per questo motivo alcune sostanze profumate allergeniche sono già state regolamentate nell’allegato II della Direttiva Cosmetica (elenco delle sostanze che non possono entrare nella composizione dei prodotti cosmetici) con i numeri d’ordine da 423 a 451.

  1. Articolo R.5263-4 h) del Codice della Salute Pubblica, inerente all’articolo 6 paragrafo 1 punto g) della Direttiva 76/768/CEE relativa ai prodotti cosmetici.
  2. Direttiva 2003/15/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative ai prodotti cosmetici.
  3. Elenco dei 26 allergeni (tabella allegata).
  4. Decreto del 22 gennaio 2003 che modifica il decreto del 6 febbraio 2001 che fissa l’elenco delle sostanze che non possono essere impiegate nella composizione dei prodotti cosmetici.

 SOSTANZE ALLERGENICHE

DENOMINAZIONE INCI

2-benzil-idene-eptanale

Amile cinnamale

Alcool benzilico

Benzil-alcool

Alcool cinnamilico

Cinnamil alcool

Citrale

Citrale

Eugenolo

Eugenolo

7-idrossicitronellolo

Idrossicitronellolo

Isoeugenolo

Isoeugenolo

2-pentil-3-fenilprop-2-ene-1-olo

Amil-cinnamil alcool

Salicilato di benzile

Benzil salicilato

Cinnamaldeide

Cinnamale

Cumarine

Cumarine

Geraniolo

Geraniolo

4-(4-idrossi-4-metil-pentil)cicloes-3-ene-carbaldeide

Idrossi-iso-esil-3ciclo-esene carbossialdeide

Alcool 4-metossibenzilico

Alcool dell’anice

Cinnamato di benzile

Benzil cinnamato

Farnesolo

Farnesolo

2-(4-ter-butilbenzil)propional aldeide

Butil-fenil-metil-proprionale

Linalolo

Linaloolo

Benzoato di benzile

Benzil benzoato

Citronellolo

Citronellolo

a-esil-cinnamaldeide

Esil cinnamale

(R)-p-menta-1,8-diene

Limonane

Ott-2-inoato di metile

Metil-2-ottionato

3-metil-4-(2,6,6-trimetil-2-cicloesene-1-il)-3-butene-2-one

a-isometil-ionone

Estratto di Evernia prunastri

Evernia prunastri estratto

Estratto di Evernia furfuracea

Evernia furfuracea estratto


Cosmetovigilanza - News dalle agenzie regolatorie